gattinara x federico

La Gattinara che vorrei. ✨
Un progetto solido, si riconosce da una prospettiva, da numeri, da
dati reali, da statistiche e strategie, ma si riconosce anche da un
sogno. Trovare il nostro paese semideserto in questi giorni fa male.
Questo lockdown, salvaguarda la salute di tutti noi ma ci ha messo in
ginocchio, ci ha sconfortati, ed è proprio in momenti come questi che
dobbiamo reagire; questa, “pausa forzata”, ci deve portare a pensare a
come rialzarci, pensare a come ripartire guardando avanti e
progettando il futuro.
Sogniamo di rivedere le vie di Gattinara ripopolarsi, sogniamo di
vedere le saracinesche dei negozi, dei ristoranti e dei bar rialzarsi,
vogliamo rivedere le biciclette viaggiare sui san pietrini sogniamo di
nuovo di poter passeggiare e poterci sedere la domenica sulle panchine
a mangiare un gelato.
Dobbiamo progettare il futuro, tutti insieme, per ritornare attivi.
Siamo un paese che ha potenziale e abbiamo tutte le carte in regola
per poter fare molto, dobbiamo sfruttare al meglio tutto ciò che
questo territorio ci offre.
Abbiamo tra i nostri obbiettivi quello di essere attrattivi e
competitivi, per attirare nuovi investimenti e creare nuovi posti di
lavoro. Vogliamo essere intraprendenti e attirare un turismo di
qualità, che arrivi sul nostro territorio per viverlo a 360 gradi,
vogliamo sviluppare il nostro potenziale culturale, credere e
investire nella nostra tradizione enogastronomica, puntare sulle
persone che credono nel nostro territorio ed aiutarle a sviluppare i
propri sogni.
Vogliamo che le persone che vivono nel nostro territorio si sentano
parte di una realtà dinamica, vogliamo costruire una comunità che
guardi al futuro con ottimismo.
Si presenta davanti a noi una sfida difficile, ma dobbiamo trasformare
la difficoltà in opportunità.
SI può fare, si deve fare. Tutti insieme, tutti per Gattinara.